Orata all’acqua pazza con aglio e pomodorini

Orata all’acqua pazza

Orata all’acqua pazza: Acqua Pazza, era un metodo di cottura del pesce, abitudine dei pescatori, che lo cuocevano direttamente a bordo delle barche, con l’acqua di mare. Oggi questo metodo è diffuso in tutta le città di mare, il pesce, una volta pulito e squamato, viene cotto intero insieme all’aglio, l’olio e i pomodorini.

E’ un metodo di cottura che risale alla fine dell’800, è il motivo, per cui l’orata all’acqua pazza veniva cucinata con l’acqua di mare, era dovuto al dazio sul sale abbastanza alto, e quindi non tutti se lo potevano permettere. Sicuramente molto diversa da quella dei giorni nostri. C’è disaccordo sulla paternità della ricetta dell’orata all’acqua pazza, viene ritenuto da molti studiosi un piatto originario dell’isola di Ponza, altri invece smentendo questa ipotesi sostengono che si cucinava molto prima nelle zone di mare tra la Calabria e la Puglia.

L’acqua pazza si può applicare a molti tipi di pesci, la spigola, il sarago, il dentice etc.. L’orata all’acqua pazza è uno tra i più conosciuti piatti di pesce, facile, veloce e molto apprezzato, per la riuscita di questa ricetta è indispensabile che il pesce sia fresco e gli altri ingredienti di prima scelta.

Orata all’acqua pazza – Ingredienti: 4 orate medie, 350 g di pomodori pachino, 2 spicchi di aglio, 3-4 cucchiai di olio extravergine d’oliva, ½ bicchiere di vino bianco secco, 1 bicchiere di acqua, prezzemolo, sale e pepe q.b. (o peperoncino se piace)

Orata all’acqua pazza – Preparazione: pulite le orate, eliminando le squame delle pinne, tranne quella caudale che servirà per verificare il grado di cottura del pesce. Incidetele nel ventre e eliminate le viscere, poi mettetela sotto l’acqua corrente, in modo che si eliminano tutti i residui di sangue e interiora. In una padella abbastanza capiente, mettete l’olio, l’aglio pulito e schiacciato, il prezzemolo, i pomodori pachino tagliati a metà, vino, acqua, sale, pepe, e fate cuocere per 5 minuti a fuoco moderato. Trascorso il tempo, unite l’orata alla padella e lasciate cuocere per 10 minuti circa con un coperchio. Impiattate e servite l’orata all’acqua pazza con una spolverata di prezzemolo tritato e fette di pane casareccio abbrustolito e sfregato con l’aglio.

Orata all’acqua pazza – Consigli: è importante sapere che il tempo di cottura dipende molto dalla grandezza dell’orata, e ciò si può verificare attraverso la pinna caudale, se si estrae facilmente, l’orata è cotta, altrimenti c’è necessità di prolungare ancora la cottura.

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *