Site Overlay

U’ pisci spada di Domenico Modugno: la vita del mare in musica

Le cose più belle della vita o sono immorali, o sono illegali, oppure fanno ingrassare. G. B. Shaw

 U' pisci spada, storia d'amore e di mare

U’ Pisci Spada è una bella canzone di Domenico Modugno, che parla del sacrificio della vita per amore, è la storia d’amore tra due pesci spada, la femmina durante la mattanza viene catturata e dice al maschio di fuggire, ma lui non può lasciarla sola e si lascia catturare per morire insieme a lei. U’ pisci spada, questa struggente storia d’amore è stata narrata da Domenico Modugno in una canzone molto famosa scritta 30 anni fa.

Il maschio del pesce spada che cerca di aiutare la sua compagna appena arpionata, fa il possibile per liberarla, cerca di incoraggiarla a resistere diventando a sua volta un facile bersaglio dei pescatori. Per aiutare la sua amata si farà uccidere. U’ pisci spada è una storia inventata o una storia vera, lo stesso Modugno testimoniava nel 1964 in diretta sulla RAI che è una storia vera, una storia che si ripete da millenni.

La femmina è sempre la prima ad essere colpita, perché i pescatoti sanno che così facendo, cattureranno anche il maschio, che a differenza di molti uomini non abbandona mai la compagna. L’accoppiamento avviene sempre nel periodo maggio-agosto, e ogni anno i maschi di pesce spada cercano, in questo periodo, gli esemplari dell’altro sesso, tutto questo capita da mille anni e ogni anno è una mattanza d’u’ pisci spada.

U’ Pisci Spada (Il pesce spada)

Questa è la storia d’un pesce spada, storia d’amore…
Dai dai è lì, I’ho visto, l’ho visto… prendi la fiocina, uccidilo
uccidilo uccidilo ahh ahh…
hanno colpito la tua femmina dritto dritto in mezzo al cuore
e piangeva di dolore ahi ahi ahi ahi ahi ahi ahi ahi ahi
e la barca la trascinava ed il sangue si spargeva
ed il maschio piangeva ahi ahi ahi ahi ahi ahi ahi ahi ahi
ed il maschio pareva impazzito diceva: “bella mia non piangere,
bella mia non piangere, dimmi piuttosto cosa devo fare…?”
Rispondeva la femmina con un filo e filo di voce:
“scappa scappa amore mio perché altrimenti ti uccidono…”
“Non no no no no amore mio se tu muori voglio morire assieme a te
se tu muori amore mio voglio morire…”
Con un salto si trovò abbracciato cuore a cuore vicino ad essa
e così ebbe fine l’amore di due pesci sfortunati… –
Dai dai è lì, l’ho visto l’ho visto c’è pure il maschio –
prendi la fiocina, uccidilo uccidilo uccidilo ahh ahh…

U’ Pisci Spada testo e musica di D. Modugno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.