Site Overlay

Timballo di Riso di Nonna Maria

Le cose più belle della vita o sono immorali, o sono illegali, oppure fanno ingrassare. G. B. Shaw

Il Timballo di Riso di Nonna Maria è un’antica ricetta, una di quelle, che quando rientravi a casa, ti trasmetteva un profumo e un calore familiare, che oggi è un po’scomparso. Il timballo di riso è una ricetta della nonna, la nonna che non ti deludeva mai, e che sempre preparava pranzetti speciali e non si vantava per niente.

Il timballo di riso era un piatto povero, per modo di dire, ma pieno di gusto, condito con ragù e piselli e poi passato in forno, un risotto gustoso, buono caldo ma buono anche freddo perché non perdeva mai il suo sapore. Questo articolo è dedicato a nonna Maria, che da lassù ci segue e ci protegge ancora oggi.

Timballo di riso di nonna Maria – Ingredienti per 4 persone

  • 400 gr di riso per timballi
  • passata di pomodoro da 750 in bottiglia
  • 400 g di carne macinata mista di manzo e di maiale
  • brodo di verdure o di carne
  • sedano, carota, cipolla
  • olio evo
  • vino bianco secco
  • una scatola piccola di piselli
  • burro, parmigiano, pangrattato

Timballo di riso di nonna Maria – Preparazione

Si prepara anzitutto il ragù facendo rosolare in una pentola dal fondo antiaderente, un trito di sedano, carota e cipolla, in 2 cucchiai di olio evo. Si aggiunge la carne macinata e si sfuma con 1/2 bicchiere di vino bianco. Volendo si può sostituire la carne macinata con 4-5 salsicce sbriciolate o si può mischiare un poco di carne macinata e qualche salsiccia. Una volta che il trito è ben dorato, si aggiunge la passata di pomodoro e si fa cuocere a fuoco basso per un’ora e mezza circa.

Quasi a fine cottura, diciamo 10 minuti prima, si aggiungono i piselli. Il ragù è pronto, si passa ora alla preparazione del risotto. Si fa rosolare in una pentola dal fondo antiaderente, una noce di burro, con una mezza cipolla tagliata finemente, si aggiunge il riso e si fa tostare per almeno 3 minuti, prima di sfumare con 1/2 bicchiere di vino bianco. Si aggiunge un mestolo di brodo, fino a coprire il riso e dopo un minuto il ragù.

Si fa cuocere, unendo se occorre, altro brodo bollente se necessario, facendo attenzione a non farlo cuocere troppo, visto che deve continuare la cottura in forno, anzi sarebbe opportuno, lasciarlo leggermente acquoso. Si condisce il risotto con parmigiano grattugiato e si imburra una teglia da forno, si spolverizza di pangrattato e si versa il risotto. Si livella e si fa cuocere per 30 minuti circa in forno già caldo a 180°. Si lascia riposare per una decina di minuti e poi si capovolge.

Se ti è piaciuta la ricetta, vieni a trovarci sulla pagina Facebook e clicca mi piace, così diventerai nostro fan e potrai seguire tutti gli aggiornamenti! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.