Site Overlay

Salmone: uso in cucina e controindicazioni

Le cose più belle della vita o sono immorali, o sono illegali, oppure fanno ingrassare. G. B. Shaw

Il salmone viene usato in cucina da oltre 2000 anni, questo magnifico pesce da sempre ha ispirato per le sue grandi qualità, chef, scrittori, fotografi e poeti.  Salmone dal latino ”salmo”, radice del verbo ”salire”, in riferimento al fatto che vive in mare, ma si riproduce nel fiume risalendo controcorrente. Il salmone è un pesce molto pregiato, la sua carne è molto saporita, è ottimo cotto al forno, bollito e al vapore. A fette è indicato soprattutto per essere cotto alla griglia. Il salmone si abbina bene sia ai primi piatti che ai secondi, ma è ottimo anche come antipasto, se tagliato molto sottile con sale, pepe, limone, prezzemolo e olio d’oliva.

Salmone uso in cucina e controindicazioni

Nella cucina giapponese viene consumato soprattutto crudo. Il salmone al forno viene cotto al cartoccio, si lascia cuocere chiuso in un foglio d’alluminio con questo metodo di cottura, le sostanze nutritive  non vanno disperse. Lo si può acquistare fresco a tranci, surgelato, in scatola e affumicato.

E’ un pesce che si trova tutto l’anno, facilmente reperibile con un  costo medio-alto. Acquistato fresco si  conserva a tranci o filetti, va pulito, avvolto in carta da forno e conservato in frigorifero. Per non perdere le proprietà nutritive, dovrebbe essere consumato non oltre un giorno dall’acquisto.

Il salmone affumicato ha una data di scadenza, va conservato in frigorifero e una volta aperto deve essere consumato entro 2 o 3 giorni, avendo l’accortezza prima di consumarlo di tenerlo 10 minuti a temperatura ambiente. Anche le uova di salmone si usano in cucina, sono estremamente numerose e piccolissime dette impropriamente caviale rosso. Il cosiddetto caviale di salmone altro non è quindi che uova di salmone conservate sotto sale.

Il salmone è ricco di “Omega 3” che aiuta a ridurre il colesterolo cattivo, e ad  aumentare il  colesterolo buono, contiene fosforo, proteine, ferro e calcio ed è sconsigliato ai bambini con meno di tre ,quattro anni, poiché rende difficile la digestione. Il colore “arancio salmone” deriva dal colore della carne del salmone.

Se ti è piaciuto l’articolo, vieni a trovarci sulla pagina Facebook e clicca mi piace, così diventerai nostro fan e potrai seguire tutti gli aggiornamenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.