Site Overlay

Profitteroles al cioccolato e crema chantilly

Le cose più belle della vita o sono immorali, o sono illegali, oppure fanno ingrassare. G. B. Shaw

Profitteroles al cioccolato e crema chantillyIl profitterol o profitterole nella sua versione dolce, risale al 1540, quando viene celebrato il matrimonio di Caterina de Medici ed Enrico II di Francia. Un grande chef italiano, detto Popelino, ebbe l’idea della pasta choux, che impiegò in tante ricette che oggi utilizziamo in pasticceria e gastronomia.

Bisogna dire che il profitterole ha origini umili, difatti nasce nella versione salata di una pallina di pane secco, ripieno di carne e tartufo, cotto sotto le ceneri e consumato in brodo caldo. Questo dessert così invitante, fresco e delizioso, piace molto agli italiani, tanto che in pasticceria si trova sempre e nei gusti più diversi, alla nocciola, al caffè, al cioccolato bianco, alla crema pasticcera, al limone tipico della Costiera Amalfitana.

Profitteroles al cioccolato e crema chantilly  – Ingredienti 

Bignè o pasta choux

  • farina 150 gr
  • zucchero 2 cucchiaini
  • acqua 230/250 ml
  • burro 100 gr
  • uova intere 3/4
  • sale 1 pizzico
  • crema chantilly 500 ml( oppure panna per dolci per farcire e decorare)

Glassa

  • cioccolato  fondente 300 gr
  • burro 2 cucchiai
  • latte 200 ml
  • zucchero 90 gr

Profitteroles al cioccolato e crema chantilly – Procedimento

Prendete una pentola antiaderente e versateci l’acqua, lo zucchero, il burro e 1 pizzico di sale, mettete sul fuoco, appena bollono gli ingredienti, togliete il tegame e versate la farina, mescolandola rapidamente con la spatola o con un cucchiaio di legno. Continuate a lavorare l’impasto ottenuto sul fuoco per circa 10 minuti fino a quando si stacca dal tegame.

Spegnete la fiamma, fate raffreddare, mescolando di continuo con il cucchiaio di legno e appena tiepido cominciate ad incorporare le uova, uno alla volta, con un risultato di una pasta vellutata. Prendete un saccapoche, riempitelo di pasta, spremete formando delle formine della misura desiderata, sulla leccarda, dove avrete steso un foglio di carta da forno. Ponete in forno statico preriscaldato a 190°, per circa 20/30 minuti, mentre a 170° per 20 minuti in forno ventilato.

Una volta cotti i bignè, fateli assestare ancora un pò nel forno e poi una volta raffreddati, riempiteli di crema chantilly con il sacchepoche o tagliandoli a metà con un coltello. Quando li avete farciti tutti, passate alla glassa, facendo riscaldare in un tegame antiaderente il latte, che verserete un pò alla volta sul miscuglio di farina, zucchero e cacao, amalgamato precedentemente, facendo attenzione a non formare grumi.

Riponete il tegame nuovamente sul fuoco e fate addensare per alcuni minuti la glassa. Spegnete la fiamma e unite il cioccolato fondente spezzettato, mescolate bene per non far formare la patina sopra. Prendete il vassoio con i profitteroles disposti a piramide o come preferite e versate la glassa al cioccolato. Decorate con tanti ricciolini di crema chantilly e riponeteli in freezer, togliendoli alcune ore prima di mangiarli.

Se ti è piaciuta la ricetta e vuoi seguire gli aggiornamenti, seguici sulla pagina Facebook e clicca mi piace, così diventerai un nostro fan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.