Site Overlay

Polpo in guazzetto

Le cose più belle della vita o sono immorali, o sono illegali, oppure fanno ingrassare. G. B. Shaw

Il Polpo in guazzetto è una ricetta caratteristica delle zone di mare, anche se oramai  lo troviamo quasi in tutti i ristoranti, poiché anche quello surgelato è ottimo. La cucina mediterranea presenta il polpo o piovra, in diversi modi, all’insalata, affogato, con patate e appunto come nella nostra ricetta “Polpo in guazzetto”. Il guazzetto non è altro che un intingolo, un sughetto, una preparazione in umido  che richiede il pomodoro, dove si fa cuocere il pesce che preferiamo o altri alimenti, come verdure varie cotte in padella con aggiunta di pomodoro.

Anche se il guazzetto richiede l’uso del pomodoro, noi facciamo una piccola trasgressione non usandolo, perché vogliamo presentare questo polpo freschissimo in guazzetto bianco, semplice e naturale. La ricetta del Polpo in guazzetto è deliziosa e invitante e la preparazione come da foto inebria la vista perché molto scenografica.

Polpo in guazzetto – Ingredienti

  • 3 polpi di media grandezza
  • 2 spicchi d’aglio
  • cipolla qb
  • prezzemolo tritato
  • olio evo
  • pepe

 Polpo in guazzetto – Preparazione

Iniziamo a pulire i polpi, se non è stato fatto in pescheria, elimineremo gli occhi, la vescica, il becco e sciacquiamoli con acqua corrente fresca. Mettiamoli a gocciolare e intanto cominciamo a far soffriggere, in un tegame, la cipolla tagliata sottile e l’aglio schiacciato insieme a qualche cucchiaio di olio evo. Togliere l’aglio e aggiungere parte del prezzemolo tritato, il sale e un pizzico di pepe e un bicchiere di  acqua di cottura del polpo.

Trascorsi 4 o 5 minuti unire i polpi e insaporire per un paio di minuti. Salare se ancora necessario e abbassare la fiamma continuando la cottura per ¾ d’ora. Appena cotto il polpo, lo adagerete in un bel piatto con fondo e unirete parecchio sughetto e altro prezzemolo tritato che farà molta scena.
Suggeriamo inoltre, per accompagnare il nostro gustoso Polpo in guazzetto, alcune fette di pane tostato, private della crosta e tagliate in diagonale, ottenendo dei triangoli su cui strofinerete l’aglio.

Se ti è piaciuta la ricetta, vieni a trovarci sulla pagina Facebook e clicca mi piace, così diventerai nostro fan e potrai seguire tutti gli aggiornamenti! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.