Site Overlay

Pesce azzurro: una app per imparare a cucinarlo

Le cose più belle della vita o sono immorali, o sono illegali, oppure fanno ingrassare. G. B. Shaw

Come cucinare il pesce azzurro? Per molti una domanda facilissima, per chi in cucina è alle prime armi un bel dilemma. A risolverlo ci ha pensato l’ADI, l’Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica, che per la felicità degli amanti del pesce ha messo a punto un’app gratuita davvero interessante e, soprattutto, utile. Si chiama “La dolce vita” e offre consigli e ricette per una dieta sana, a base di pesce.

D’altronde le proprietà del pesce e del pesce azzurro, in particolare, le conosciamo bene. Il pesce azzurro ci regala i grassi “buoni” omega 3 (di cui abbiamo parlato qui) che fanno bene al cuore e non solo. La dieta mediterranea ne prevede più di due porzioni a settimana, ma gli italiani ne mangiano decisamente meno. E il problema non il costo del pesce azzurro, come spiega Antonio Caretto, presidente dell’Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica (ADI):

“Sgombri, alici o acciughe sono ricchissimi di omega 3 e costano poco, ma sono poco richiesti, spesso perché non si sa come cucinarli. Per promuovere il consumo di questi pesci, e di tutti i sani cibi della dieta mediterranea, ADI, con l’Associazione Medici Diabetologi e FAND–Associazione Italiana Diabetici, ha appena messo a punto un’app gratuita, “La dolce vita”, dove trovare consigli e ricette. La app è dedicata ai diabetici, ma può servire a tutti”.

Ceretto spiega che: “sulla base di peso, altezza, età e attività fisica, l’app individua un’alimentazione adeguata; poi ogni giorno si registrano i cibi mangiati e quelli che vorremmo portare in tavola: se ad esempio si è già inserito un alimento ricco di colesterolo e si vuole cenare con il pecorino, compare un semaforo rosso e il suggerimento a scegliere una portata diversa”.

Se ti è piaciuto l’articolo, vieni a trovarci sulla pagina Facebook e clicca mi piace, così diventerai nostro fan e potrai seguire tutti gli aggiornamenti! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.