Site Overlay

Perché mangiare il baccalà fa bene alla salute

Le cose più belle della vita o sono immorali, o sono illegali, oppure fanno ingrassare. G. B. Shaw

Il baccalà è un pesce molto saporito, conosciuto in Italia e nel mondo. Originario dei lontani fiordi norvegesi, dove i merluzzi, radunati alla fine dell’inverno, vengono catturati dalle barche, il baccalà viene lavorato e salato direttamente a bordo e una volta a terra, messo a seccare. Le ricette a base di baccalà sono ormai tantissime e tutte molto gustose e, soprattutto in Campania e in altre regioni dell’Italia meridionale, rappresenta un vero e proprio piatto della tradizione culinaria con origini molto antiche.

Cucinato in bianco all’insalata, fritto col limone o con il sugo di pomodoro, il baccalà è un pesce molto amato. L’ampio uso e consumo di baccalà, oltre che per il gusto, è poi indispensabile per il nostro benessere fisico poiché, grazie alle sue straordinarie proprietà nutritive e benefici per la salute, aiuta a combattere parecchi disturbi, che immancabilmente si manifestano durante l’anno.

Il primo grande beneficio del baccalà riguarda le proteine di cui è ricco, anche più ricco della carne. Difatti, tanto per capirci, 100 grammi di baccalà contengono ben 39 grammi di proteine rispetto ai 20 totalizzati da 100 grammi carne. Inoltre è poverissimo di grassi per cui risulta ideale nelle diete iperproteiche (ad esempio quelle seguite dagli sportivi che puntano all’aumento di massa magra).

Anche il basso contenuto in sodio e la presenza di Omega 3 rappresentano un aspetto importante quando si parla di proprietà e benefici del baccalà. La loro presenza nelle giuste quantità ha un effetto benefico sul sistema cardiocircolatorio, sia riducendo la pressione sanguigna sia agendo attivamente sul contrasto di trigliceridi e colesterolo LDL, quello cattivo, con la conseguenza di proteggere vene e arterie dal rischio d’infarto e di ictus.

Inoltre, il fosforo riveste un ruolo fondamentale per la salute. La sua presenza nel baccalà consente la trasformazione dei macronutrienti cioè proteine, grassi, carboidrati e ha effetti sulle capacità dei neurotrasmettitori del cervello, migliorando concentrazione e memoria e rallentando lo sviluppo di malattie degenerative, particolarmente diffuse nella terza età.

Insomma, considerate le numerose proprietà e benefici del baccalà, ampiamente dimostrate dalle ricerche alimentari e i dati scientifici, mangiarlo fa senz’altro bene. Il corpo umano necessita di proteine, di calcio e di ferro, e nel baccalà c’è la vitamina B utile nel prevenire molte patologie, gli Omega-3 che proteggono le arterie dalle sostanze grasse e tengono il colesterolo cattivo basso e non c’è nessun altro alimento che contiene una mix così benefico. Per capire meglio quanto il baccalà sia nutriente, si prega di consultare la seguente tabella nutrizionale:

Proprietà nutrizionali del baccalà

100 grammi contengono:

  • 62,82 g di proteine
  • 16,4 g di acqua
  • 3,5 mg di vitamina C
  • 0,864 mg di vitamina B6
  • 10 µg di vitamina B12
  • 2,84 mg di vitamina E
  • 0,4 µg di vitamina K
  • 140 UI di vitamina A
  • 161 UI di vitamina D
  • 133 mg di magnesio
  • 950 mg di fosforo
  • 160 mg di calcio
  • 2,50 mg di ferro
  • 0,268 mg di tiamina
  • 0,240 mg di riboflavina
  • 25 µg di folati
  • 7,5 mg di niacina
  • 1.458 mg di potassio
  • 147,5 µg di selenio
  • 7.027 mg di sodio
  • 1,59 mg di zinco
  • 2,37 g di lipidi, di cui: 0,462 g di grassi saturi, 0,342 g di grassi monoinsaturi, 0,804 g di grassi polinsaturi (di cui circa 472,5 mg di omega 3 e 18 mg di omega 6) e 152 mg di colesterolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.