Site Overlay

Peperoncini piccanti: tocco di buon gusto

Le cose più belle della vita o sono immorali, o sono illegali, oppure fanno ingrassare. G. B. Shaw

Peperoncini piccanti tocco di buon gusto

Di peperoncini piccanti ce ne sono infinite varietà, la caratteristica del peperoncino è una sostanza chiamata capsaicina (detta anche, più raramente, capseicina) la responsabile della “piccantezza” dei peperoncini. Naturalmente a secondo la “piccantezza” varia il gusto, e noi a secondo il gusto lo scegliamo e cerchiamo di capire qualcosa in più. 

Il Bacio di Satana è un peperoncino piccante già nel nome, simile a un pomodorino pachino, adatto per essere messo sott’olio così com’è, ma anche con ripieno di acciughe, tonno e capperi. Ottimi anche essiccati, ridotti in briciole e conservati. Ci sono varie qualità di peperoncini piccanti lunghi, che sembrano tante piccole fiammelle, sono i Serrano del sol, usati molto per salse piccanti, la Cayenna, molto piccante, si trova di colore rosso e verde ed è una pianta molto decorativa e adatta al vaso, ideale da coltivare in casa.

Ma il più forte in assoluto, riconosciuto dal Guinness dei Primati fino al 2006 è la qualità habanera, un peperoncino piccante proveniente da l’Avana, la capitale di Cuba. I frutti sono a forma di lanterne e necessitano di un clima abbastanza caldo. Il maggior produttore mondiale è il Messico, negli ultimi anni sono nate molte coltivazioni in Italia, in particolare in Calabria e Toscana.

I peperoncini piccanti hanno la capacità di essere decorativi, servono per arricchire il gusto ma anche per dare ai piatti un tocco osé. Naturalmente ci sono tante altre qualità, c’è il peperoncino piccante fantasia, c’è la lingua di fuoco, entrambi mediamente piccanti, c’è un’altra qualità assai piccante,  la violetta che si presenta con  piccolissimi fiori di colore blu, quasi neri inizialmente, diventano rossi una volta maturi. Queste sono solo alcune tipologie ma ce ne sono tantissime altre, la cosa importante è che sono commestibili e che in molte pietanze non se ne può fare a meno.

Peperoncini piccanti – Curiosità: questa pianta conosciuta da secoli e sfruttata da sempre in cucina, sembra sia utile anche in medicina come antidolorifico, a scoprirlo è stata un equipe di medici, capitanati dall’italiano Marco Pappagallo operanti nel Mount Sinai Medical Center di New York. Se si vuole approfondire su i peperoncini piccanti basta visitate il sito dell’Accademia del peperoncino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.