Site Overlay

Pasta per Pizza

Le cose più belle della vita o sono immorali, o sono illegali, oppure fanno ingrassare. G. B. Shaw

La Pasta per Pizza è molto piacevole prepararla in casa, trasforma la casa in una festa, dove il bianco della farina si impossessa di tutti gli angoli, non inquietatevi, pulitela con un sorriso, perchè il calore che trasmette nel prepararla è veramente gratificante. Per non parlare del profumo che emana la prima pizza sfornata! Vabbè, adesso prepariamoci a leggere la ricetta e ad ascoltare qualche new, che credetemi, sfugge sempre a tutti…infatti c’è non si finisce mai d’imparare 😉

Pasta per Pizza – Ingredienti

  • farina 1 kg
  • acqua 500 ml
  • lievito di birra 25 gr
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • olio extra vergine d’oliva
  • sale q. b.

Pasta per Pizza – Procedimento

Si scioglie il lievito di birra in 250 ml di acqua, insieme a cucchiaino di zucchero, fino a che non caccia la classica schiuma, poi si mette la farina in una ciotola, abbastanza capiente e si uniscono l’acqua e il lievito disciolto. Nei 250 ml di acqua rimasti, si fa sciogliere il sale e si unisce alla farina, si impasta a mano, fino a quando l’impasto sarà abbastanza elastico, compatto e omogeneo. Si copre l’impasto con un canovaccio da cucina e si lascia lievitare per almeno 2 ore in un luogo asciutto e privo di correnti d’aria.

Quando l’impasto avrà raddoppiato il suo volume, la pasta è pronta. A questo punto si ricavano dei panetti, per 1 kg di pasta saranno 4 o 5 per il peso di 250-300 g circa ciascuno, per le pizze nel forno, se invece vogliamo fare le pizzette fritte, per 1 kg di pasta, saranno circa 30-35 palline, per il peso di 50 grammi ciascuna.

Si mettono nuovamente a lievitare su una spianatoia facendo attenzione che non si attacchino uno all’altro. Coprite i panetti con un canovaccio, fino a che non raddoppiano nuovamente il volume (1 ora circa) Si prendono i panetti cresciuti e sulla spianatoia infarinata, con le mani si schiacciano a forma di pizza, si guarniscono secondo il nostro desiderio e si infornano a 250° per 10 minuti circa.

Se vogliamo fare le pizzette fritte, si prendono i panetti cresciuti e sempre sulla spianatoia infarinata, si schiacciano e si formano dischetti di pasta con i bordi leggermente rialzati, poi si fa scaldare abbondante olio  extra vergine di oliva, e si immergono i dischi di pasta e si lasciano friggere per 2-3 minuti per lato o fino a che non si siano dorati. Man mano che si friggono, si fanno sgocciolare su un foglio di carta da cucina assorbente.

Per le pizzette fritte, denominate anche Montanare, è opportuno preparare prima il sugo, quindi si prepara un trito di cipolla e l’aglio e si fanno soffriggere a fuoco lento in una pentola con olio extra vergine di oliva già caldo, dopo qualche minuto, si  aggiunge la polpa di pomodoro e si lascia cuocere per 20 minuti circa. Si aggiusta di sale e pochi minuti prima di spegnere il fuoco, si aggiunge l’origano. Condite le vostre pizzette fritte con il sugo e un’abbondante spolverata di formaggio grattugiato.

Se ti è piaciuta la ricetta, vieni a trovarci sulla pagina Facebook e clicca mi piace, così diventerai nostro fan e potrai seguire tutti gli aggiornamenti! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.