Site Overlay

Orata di acquacoltura: nutriente, economica

Le cose più belle della vita o sono immorali, o sono illegali, oppure fanno ingrassare. G. B. Shaw

Orata di acquacoltura: pesce pregiato, molto presente nel mar Mediterraneo, largamente consumato in Italia, e in concorrenza con l’Orata proveniente dalla Grecia, perché è a un costo bassissimo rispetto a quella italiana. 

Ma questo costo basso, afferma qualche esperto, non sempre risponde a qualità sicura. E’ un pesce che insieme al branzino, si alleva con molta facilità, infatti l’ Orata d’allevamento ha un costo accessibile ed è nutriente, ma bisogna dire che un pesce allevato e nutrito con mangimi in pellet a base di farine animali, avrà un sapore decisamente diverso da quello selvatico.

Orata di acquacoltura : l’uomo ha sempre cercato di allevare gli animali per provvedere alle necessità umane, infatti i pesci d’acqua dolce si allevano da tempi remoti perché si prestavano molto bene in cattività, mentre per i pesci marini c’era il rifiuto in cattività, per cui ci sono state più difficoltà, in quanto la natura di questi pesci è più complessa  e i costi  per allevarli in vasche, più alti. Tuttavia la costante tenacia dell’uomo allevatore ha reso possibile, la coltura in vasche, dei pesci marini e oggi grazie a questi “pionieri” possono mangiare l’ Orata sia l’operaio che il benestante di sempre.

Orata di acquacoltura : ricca di proteine, e se allevate nell’igiene sono sicure e le carni  molto buone, ma un po più grasse, che tendono ad alterare le proprietà organolettiche. Sicuramente non avranno quella muscolatura tipica dell’ orata marina, poiché queste ultime lottano ogni giorno per nutrirsi, sono più nervose e scattanti per le correnti e i predatori a cui devono resistere, sono meno statiche e più toniche, incamerano quel grasso giusto che serve loro per deporre le uova e per il periodo del digiuno.

Orata di acquacoltura: si presta ad ogni tipo di preparazione culinaria, naturalmente sempre in base alla grandezza e alla provenienza si decide come cucinarla. Infatti si presta a molte preparazioni e squisite ricette. L’orata di pescato fresco si può consumare cruda, al carpaccio e come sushi, al sale che ricorda il profumo di mare, ai ferri , al vapore, in padella, in carpione e al forno, al cartoccio, al naturale e in crosta di pane o verdure. L’ Orata di acquacoltura allevata in Italia, sono abbastanza sicure, ma questa sicurezza dipende dagli allevatori responsabili e onesti, che hanno rispetto per le persone, per il mondo animale e per il cibo di qualità.

Se ti è piaciuto l’articolo, vieni a trovarci sulla pagina Facebook e clicca mi piace, così diventerai nostro fan e potrai seguire tutti gli aggiornamenti! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.