Site Overlay

Mormora: l’eleganza del pesce

Le cose più belle della vita o sono immorali, o sono illegali, oppure fanno ingrassare. G. B. Shaw

La mormora è un pesce molto elegante e signorile, conosciuto anche come marmora, è un pesce d’acqua salata appartenente alla famiglia delle Sparidae, come il dentice ed il sarago. La mormora ha un aspetto molto particolare, il corpo è ovoidale, la testa è grande e gli occhi sono piccoli, è  munita di denti robusti, con una lunga pinna dorsale. Il colore è grigio argentato, è più chiaro sui fianchi e tiene 12-14 bande verticali più scure, che lo rendono inconfondibile. La pinna dorsale è una sola, dotata di robusti raggi spinosi nella parte anteriore e di raggi molli nella parte posteriore.  La sua lunghezza massima può essere di 40-50 centimetri, con un peso che può raggiungere il chilo e mezzo.

Le mormore si trovano lungo le coste di ogni mare italiano, a 20-30 metri di profondità, vivono in branchi, si nutrono di anellidi, molluschi e crostacei, scovati nella sabbia, e si riproducono in primavera e in estate. Il suo habitat naturale è la sabbia, vive in corrispondenza di spiagge ma non disdegna gli scogli dove ci sono strati di alghe morte.

Sopporta anche l’acqua con bassa salinità, quindi si può trovare anche negli estuari dei fiumi. Diciamo che la mormora è un pesce bonario e tranquillo, non le va a genio la confusione, e se non sente rumori di bagnanti, arriva anche a pochi metri dalla battigia. Nei mari italiani, per fini commerciali viene pescata soprattutto nei mesi estivi ed autunnali   con reti da posta, da traino e sciabiche, ed è molto ricercata anche dagli amanti della pesca sportiva.

La carne della mormora è molto prelibata, è spesso paragonata all’orata e alla spigola, l’unico neo che presenta sono le spine, infatti è molto spinosa e un tantino difficile da pulire. La mormora si trova fresca sul banco del pesce, ma anche congelata nei supermercati.  E’ molto usata in cucina, in cotture semplici, si adatta bene per essere cucinata al sale, alla griglia, o al cartoccio.

Se ti è piaciuto l’articolo, vieni a trovarci sulla pagina Facebook e clicca mi piace, così diventerai nostro fan e potrai seguire tutti gli aggiornamenti! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.