Mangiare baccalà 3 motivi per non farlo mancare a tavola

Mangiare baccalà: 3 motivi per non farlo mancare a tavola

Mangiare baccalà fa bene. Il baccalà è elemento essenziale di molte cucine popolari, nelle quali il suo utilizzo si alterna a quello dello stoccafisso che è sempre merluzzo, ma conservato mediante essiccazione,  è l’alimento che ha dato luogo a moltissime ricette regionali, proviene dall’Oceano atlantico settentrionale ed è un merluzzo bianco conservato sotto sale.

Il baccalà, grazie al sale viene conservato per lungo tempo e per questo è un alimento che viene impiegato fin da tempi lontanissimi e viene trasportato in tutto il mondo per consentire la consumazione anche in luoghi assai distanti da quelli d’origine. Ovviamente, è pesce fresco all’origine, poi salato e in seguito messo ad essiccare al sole o artificialmente. Il baccalà prima di essere utilizzato una volta essiccato deve stare a bagno in acqua fredda, per eliminare il sale e restituire consistenza ai tessuti.

Mangiare baccalà, perché?

  1. perché fa bene;
  2. perché il baccalà ha nutrito molte generazioni. In Italia arrivò grazie ai navigatori veneziani così come avvenne per il Portogallo dove il baccalà è il piatto nazionale;
  3. perché in Italia, in ogni regione, dal Lazio a quelle dell’Italia meridionale, c’è una ricetta diversa con cui potete gustarlo.

In Basilicata viene preparato, con peperoni rossi dolci essiccati e fritti detti cruschi. Mangiare baccalà in Calabria perché c’è il baccalà alla cosentina preparato con patate, olive nere, peperoni, salsa di pomodoro, alloro, prezzemolo, sale e pepe. Nella cucina tradizionale siciliana mangiare baccalà è consumarlo con pomodori, patate, olive nere, pinoli e uvetta.

Nel Triveneto che ancora oggi col termine “baccalà” identifica lo stoccafisso (merluzzo essiccato) e non il merluzzo salato, c’è la famosissima ricetta del baccalà alla vicentina, una delle ricette più conosciute al mondo. Conosciutissimo alla vicentina ma si può fare fritto, mantecato, in umido, con le patate ecc. Io preferisco mangiare baccalà al curry, una delle mie ricette preferite, che vi consiglio di fare.

Il curry è una miscela di origine indiana fatta con diverse spezie: cumino, curcuma, peperoncino, coriandolo, pepe nero, cardamomo, chiodi di garofano, zenzero e cannella. Dimenticavo, l’Italia a mangiare baccalà, è seconda solo al Portogallo, Quindi bisogna mangiare baccalà perchè sano e buono.

Se ti è piaciuto l’articolo, vieni a trovarci sulla pagina Facebook e clicca mi piace, così diventerai nostro fan e potrai seguire tutti gli aggiornamenti! 

One comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *