L’arte del riciclo degli avanzi di baccalà e pesci

L’arte del riciclo degli avanzi di baccalà e pesci

L’arte del riciclo degli avanzi, non esiste solo per le polpette di carni in genere, infatti esiste per il pane, le verdure e anche per il baccalà e il pesce. Il riciclo è un’arte, un atto d’amore e di rispetto verso il cibo. Il riciclo di carni, verdure o pane è indubbiamente più diffuso, ma si può fare altrettanto con gli avanzi di baccalà.

La ricetta di oggi è costituita dalle polpettine, preparate con avanzi di baccalà e con rimanenze di frittura di paranza. Per chi non lo sapesse la frittura di paranza è una frittura di pesci di piccolo taglio, molto diffusa nella cucina campana. La paranza è una barca da pesca, per la pesca a strascico, infatti nella frittura di solito si trovano merluzzetti, triglie, sogliolette, pesci mazzoni, ma anche tante altre varietà.

L’arte del riciclo degli avanzi di baccalà e pesci – Ingredienti

  • avanzi di baccalà
  • avanzi di pesce
  • pane grattugiato
  • pane tenuto a bagno nell’acqua e poi strizzato
  • uno o più uova
  • sale
  • pepe(se piace)
  • aglio
  • prezzemolo tritato
  • curry

 L’arte del riciclo degli avanzi di baccalà e pesci – Procedimento

La frittura di paranza come dicevamo, è un insieme di pesci molto piccoli, quindi potete usare tutto, comprese le lische. Mettete in un tritatutto, tutti gli avanzi di baccalà e di pesce e frullate in maniera grossolana. In un vassoio mettete formaggio grattugiato, uovo, sale, aglio, pepe se piace, curry e il pesce che avete frullato. Con l’uso delle mani amalgamate il tutto, proprio come fate con la carne macinata per preparare le polpette.

Fatta la palla con l’impasto, tenetela un 30 minuti nel frigorifero. Trascorso il tempo, con un cucchiaio, servirà a farle tutte più o meno uguali, formate le polpette, volendo potete prepararle anche in anticipo, l’importante e tenerle in frigo e cacciarle al momento della cottura. In una teglia stendete un foglio di carta da forno, metteteci le polpette e fate cuocere a 200° ventilato. Servitele calde, accompagnandole con pomodori all’insalata,  fagiolini lessati o salsa maionese.

Variante: Questa è una preparazione al forno, se volete potete friggere le vostre polpette di avanzi di baccalà in abbondante olio EVO e sistemarle prima di servirle su carta assorbente, per qualche minuto, così facendo perderanno l’olio in eccesso.

Se ti è piaciuto l’articolo, vieni a trovarci sulla pagina Facebook e clicca mi piace, così diventerai nostro fan e potrai seguire tutti gli aggiornamenti! 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *