Il caciocavallo impiccato

La tradizione del caciocavallo impiccato in Campania

Il Caciocavallo è un nobile formaggio, una prelibatezza campana, che accompagnata da un buon vino rosso è sempre presente nei pic nic in montagna. In Campania, c’è un’usanza a molti strana, che è quella di prepararlo a fuoco e fiamme,  facendolo ciondolare sulla brace, il cosiddetto “ caciocavallo impiccato”. A prima vista poterebbe sembrare un qualcosa di cattivo gusto, invece no, chi ha avuto il piacere di provarlo, sa che è il trionfo della cucina povera contadina, con il caciocavallo sospeso sulla brace, e il calore che lo riduce pian piano in una morbida crema.

Man mano che il  calore della fiamma lo scioglie, il caciocavallo comincia a gocciolare, a questo punto, interviene il boia, ossia l’esecutore di questa poesia che con una lama affilata recide la parte sciolta del caciocavallo e la va ad adagiare lentamente su una fetta di pane caldo abbrustolito. Una volta regalata questa emozione, sempre il boia, l’esecutore, rifà la stessa cosa con un’altra fetta per regalare una nuova emozione questa volta a un altro palato.

ll caciocavallo impiccato era il cibo che i pastori usavano per il pranzo o la cena, durante la transumanza, a secondo le zone, veniva accompagnato da tartufi, funghi porcini secchi o pancetta. Il profumo è ammaliante e il gusto a mille sfumature, è un autentica prelibatezza che crea con il pane a bruschette un binomio perfetto.

Questa è la procedura: innanzitutto il caciocavallo non dovrebbe essere stagionato e non dovrebbe superare i 2 Kg. Sul barbecue si deve mettere un patibolo al quale va impiccato il caciocavallo, si può preparare come nella foto, o utilizzare una catena di ferro che non viene danneggiata dal calore. Il caciocavallo, deve essere posizionato a un’altezza di circa 25/30 cm dalla brace. Ci vuole un coltello, guanti da forno e pane casereccio. Quando la parte del caciocavallo a contatto con il calore comincia a sciogliersi, si taglia a fette, e si spalma sulle fette di pane casareccio.

Se ti è piaciuto l’articolo, vieni a trovarci sulla pagina Facebook e clicca mi piace, così diventerai nostro fan e potrai seguire tutti gli aggiornamenti! 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *