Site Overlay

Il piccolo grande gambero

Le cose più belle della vita o sono immorali, o sono illegali, oppure fanno ingrassare. G. B. Shaw

Il piccolo grande gambero. C’era una volta una comunità di gamberi che viveva nelle acque di… scusate, scusate questa è tutta un’altra storia. I gamberi sono crostacei molto conosciuti, che vivono prevalentemente su fondi melmosi del mar Mediterraneo, dell’Atlantico e del Pacifico. Di gamberi ve ne sono di varie specie. C’è il gambero imperiale (mazzancolla), che può essere lungo anche più di 20 cm, è di colore grigio con strisce più chiare e più scure. Ci sono i gamberoni, che arrivano a una lunghezza superiore a 30 cm  e sono di un colore che va dal rosso al rosa. Infine ci sono i gamberetti che più o meno misurano 10 cm e possono essere di colore grigio o di colore rosa. Il produttore maggiore di gamberi è la Cina, seguita da Indonesia, India e Thailandia. La pesca dei gamberi avviene o con uso di reti finissime a strascico, metodo che permette di pescare tutto ciò che si trova al passaggio della rete, oppure tramite allevamento.

I gamberi più commercializzati sui banchi del pesce, sono quelli di acqua salata anche se, in parecchie zone si trovano anche quelli di acqua dolce. I gamberi sono alimenti facilmente deperibili, questo è il motivo per cui spesso vengono abbattuti di temperatura già a bordo dei pescherecci. I gamberi freschi si distinguono dal colore della testa che deve essere scura, questo cambiamento nel gambero avviene quasi subito dopo essere stato pescato. I gamberi purtroppo, pur avendo un colore molto vivo, potrebbero essere stati trattati con solfiti, o decongelati e quindi non freschi.

Da un punto di vista nutrizionale, i gamberi di allevamento rispetto a quelli di mare, presentano livelli più bassi di Omega 3. Questo è dovuto al fatto che i gamberi di mare mangiano alghe e plankton, mentre quelli di allevamento mangimi industriali. Per quel che riguarda le vitamine, i gamberi contengono una buona quantità di vitamina B2, sono ricchi di sodio, ferro, potassio, fosforo e calcio e sono anche ottimi antiossidanti.

In cucina vengono usati come condimento di primi piatti,  oppure vengono cucinati  alla griglia, in padella, fritti e al vapore. I gamberi necessitano di una cottura breve e siccome sono oggetti di una forma allergica molto diffusa sono sconsigliabili alle donne in stato di gravidanza, a chi allatta e ai bambini in tenera età.

Se ti è piaciuto l’articolo, vieni a trovarci sulla pagina Facebook e clicca mi piace, così diventerai nostro fan e potrai seguire tutti gli aggiornamenti! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.