Site Overlay

I friarielli: squisiti broccoli napoletani

Le cose più belle della vita o sono immorali, o sono illegali, oppure fanno ingrassare. G. B. Shaw

I friarielli: squisiti broccoli napoletani

I “ friarielli ” sono una qualità di cime di rapa, utilizzate in molte regioni italiane, per un’infinità di pietanze. I friarielli però, sono usati fin dai tempi antichi soprattutto nelle cucina napoletana e nella cucina romana, a Roma vengono chiamati broccoli, o broccoletti.

I friarielli, vengono consumati non solo in Italia, ma anche in Spagna, Portogallo e nella cucina cinese.

I friarielli – Preparazione: vengono o soffritti direttamente nell’olio d’oliva con aglio, sale e peperoncino rosso piccante, o vengono prima lessati e poi soffritti questo per dare più tenerezza ai friarielli.

Il nome friarielli , sembra che abbia un origine tutta partenopea infatti, deriva da friggere, ma attenzione perché non dappertutto è cosi, infatti, in molte zone della Campania se chiedete una porzione di friarielli vi porteranno dei magnifici, peperoncini verdi fritti (i cosiddetti puparulilli) che per carità sono comunque buoni, e vengono anch’essi consumati fritti ma non sono della stessa cosa.

I friarielli coltivati in Campania, vengono prevalentemente dalla zona a nord-est di Napoli, da Salerno, coltivati nell’agro nocerino-sarnese e nella piana del Sele e dalla provincia di Avellino e di Benevento. I friarielli in Campania danno vita ad uno dei piatti più creativi della cucina partenopea: i friarielli con le salsicce, è un binomio perfetto, tanto da passare da piatto povero a piatto tradizionale.

I friarielli, sono stati utilizzati anche sulla pizza, un altro piatto famoso della cucina partenopea, nella pizza ch’e friarielli  che è stata la prima variante della pizza Margherita. In tutte le pizzerie della Campania non c’è menù dove non c’è la pizza ch’e friarielli e sasicce. Un’altra preparazione che sfrutta i friarielli, sono i calzoni ripieni, fatti con la stessa pasta delle pizze, ma fritti nell’olio bollente.

Un tempo nei cibi di strada cera anche il panino con salsicce e broccoli, oggi sempre più raro ancora si trova in qualche piccola trattoria dove fanno ancora il panino a “ marenna”, che un tempo era la sostanziosa colazione dei contadini che si preparavano a una lunga giornata di lavoro nei campi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.