Site Overlay

Fettine di carne impanate con gratin di patate

Le cose più belle della vita o sono immorali, o sono illegali, oppure fanno ingrassare. G. B. Shaw

1-Maggio-il-pranzo-è-servito

1 Maggio il pranzo è servito, in realtà, quello che sto per postarvi, è stato il pranzo del 25 aprile, ma credetemi questo è un pranzo che va benissimo anche per il 1 Maggio, la festa dei lavoratori se resterete a casa. Fettine di carne impanate aromatiche con gratin di Patate. Questo è solo un semplicissimo consiglio per un pranzo   facile da preparare e ottimo da gustare.

La festa dei lavoratori o del 1 maggio nacque a luglio 1889, quando con una grande manifestazione, organizzata in tutti i paesi e in tutte le città, i lavoratori chiesero di ridurre la giornata lavorativa a otto ore, la scelta cade sul 1 maggio, per ricordare il 1 maggio 1886, dove una manifestazione operaia a Chicago, fu repressa nel sangue. Nel primo volantino diffuso a Napoli nell’aprile 1890 c’era scritto, ricordatevi il 1 maggio di far festa, poi diceva pure” Viva la rivoluzione sociale” ma questa è un’altra storia. Fare festa dunque, anche a tavola naturalmente,  solennizzando questo giorno con un piatto sfizioso e stuzzichevole e per il resto deciderete voi cosa abbinare.

Continuiamo con la ricetta, le fettine di carne impanate aromatiche – Sbattete leggermente le uova e salate, in un piatto, mescolate pangrattato e curry. Passate le fettine una ad una prima nell’uovo battuto, poi nel pangrattato e curry. In una pentola antiaderente fate scaldare abbondante olio per frittura e una volta raggiunta la temperatura giusta, immergete le fettine e fate friggere fino a doratura. Accompagnate con patate al gratin, un contorno semplice e saporito, che prepareremo nel seguente modo: per prima cosa si lavano le patate, si pelano e si tagliano a fettine molto sottili. (Per affettare sottilmente le patate servitevi di una mandolina).

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Si prende una pirofila, si unge di burro e si mettono le patate a strati, salando e pepando ogni strato, e se volete qualche fiocchetto di burro e una spolverata di parmigiano grattugiato. Se il pepe lo volete evitare non è necessario. Dopo una leggera pressione con le mani, coprite il tutto con il latte intiepidito. Cuocete in forno già caldo a 200 gradi, per circa 45 minuti o fino a che il latte non si asciughi e si crea una superficie gratinata. Per ottenere una buona gratinatura, è importante preriscaldare bene il forno.

Varianti: Il gratin di patate in altre occasioni può essere anche un ottimo piatto unico, potete unire anche le cipolle bianche tagliate finemente e alternare uno strato di patate con uno di cipolle e in più potete arricchire questa pietanza con uno o più strati di salsicce sbriciolate. Provare per credere, dimenticavo, non fatevi mancare un buon bicchiere di vino rosso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.