Site Overlay

Cantucci alle mandorle: biscottino tradizionale Toscano

Le cose più belle della vita o sono immorali, o sono illegali, oppure fanno ingrassare. G. B. Shaw

I Cantucci alle mandorle: biscottino tradizionale Toscano e precisamente di Prato, sono dolcetti secchi impastati con fragranti mandorle. Risalgono al 1691, come ci ricorda il dizionario dell’Accademia della Crusca, si presentano con forma allungata, sono friabili e fragranti e si possono conservare in un recipiente di latta a chiusura ermetica per diverso tempo.

La denominazione di cantucci è dovuta al tipico impasto che viene cotto in due momenti. Si tagliano in modo obliquo e la sagoma ha il nome di “canto”, sono deliziosi e tanto nutrienti, grazie ai valori nutrizionali delle mandorle, per la colazione della mattina con caffè e latte o con cioccolata calda, per chiudere un pasto, oppure in qualsiasi momento della giornata accompagnati con il Vin Santo.

Questa che vi propongo è la ricetta originale, ma come ben sapete la fantasia non ha limiti, infatti vi sono ricette di cantucci al cioccolato, ai pinoli, alle noci o anche al pistacchio. La vera ricetta dei cantucci che vi propongo è quella originale, che mi ha suggerito una nonna toscana.

Cantucci alle mandorle: biscottino tradizionale Toscano – Ingredienti

  • farina 400 gr
  • zucchero 250 gr
  • mandorle dolci 250 gr
  • uova 3 + 1 da spennellare
  • lievito per dolci ½ bustina
  • burro olio evo 240 gr
  • sale 1 pizzico

Cantucci alle mandorle: biscottino tradizionale Toscano – Procedimento

Iniziate con il tostare le mandorle, mettendole in forno preriscaldato a 180°, per circa 4 o 5 minuti. Una volta pronte sfornatele e fatele raffreddare. Versate le uova e lo zucchero in un recipiente, montate con la frusta elettrica per 8-10 minuti, fino ad ottenere un composto spumoso, vellutato ed omogeneo. Intanto avrete sciolto il burro a bagnomaria e appena intiepidito, lo aggiungerete al composto, mescolando dal basso verso l’alto con un cucchiaio di legno, senza farlo smontare. Se non volete usare il burro, potrete utilizzare l’olio evo, che è l’ingrediente per eccellenza della cucina Toscana.

A questo punto non vi resta che incorporare la farina setacciata con il pizzico di sale e il lievito in polvere. Terminate con il resto degli altri ingredienti e impastate una palla morbida, non troppo appiccicosa e ripartite le mandorle equamente. Mettete l’impasto sulla spianatoia infarinata e dividetelo in 3 o 4 porzioni uguali e preparate dei filoncini dello spessore di 4 cm, che a sua volta adagiate sulla leccarda ricoperta di carta da forno.

Spennellateli con uovo intero sbattuto o con zucchero, se preferite e fate cuocere per una quindicina di minuti, nel forno a 170°. Infine siccome vi ho parlato di una doppia cottura, appena pronti estraeteli dal forno e appena tiepidi tagliateli di sghembo, in pezzetti di 3 cm e riponeteli nuovamente in forno a 180° per 15 minuti ancora. I vostri Cantucci alle mandorle sono pronti e volendo farli anche con pinoli, potete sostituire 80 gr di mandorle con la stessa quantità di pinoli.

Se ti è piaciuta la ricetta, vieni a trovarci sulla pagina Facebook e clicca mi piace, così diventerai nostro fan e potrai seguire tutti gli aggiornamenti! 

Ti potrebbero interessare 

Dolcetti cioccolato e pepe

Biscotti vegani all’arancia e cioccolato

Biscotto all’amarena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.