Site Overlay

Cannolicchi alla piastra

Le cose più belle della vita o sono immorali, o sono illegali, oppure fanno ingrassare. G. B. Shaw

I Cannolicchi alla piastra sono un antipasto sfizioso e prelibato, se freschissimi i cannolicchi possono essere mangiati crudi, con qualche goccia di limone e una spolverata di pepe. Richiedono tempi di cottura molto brevi e sono buoni usati nei risotti, nelle zuppe, ma ottimi alla griglia o alla piastra, in più si possono utilizzare come condimento per la pasta, infatti ci sono molte ricette di mare gustose a base di cannolicchi. Vengono venduti vivi e per verificarne la freschezza basta toccare il piede, se è vivo si dovrebbe ritrarre.

l cannolicchi sono molluschi molto saporiti, che vivono in posizione verticale, sotto la sabbia, dove fuoriescono soltanto i due sifoni di aspirazione che hanno la forma di un otto. Vivono in acque poco profonde, ed esistono diverse specie, molto somiglianti tra loro. Vengono venduti in mazzetti e vanno conservati in piedi, mantenendo il sifone verso l’alto. Prima dell’utilizzo, si deve procedere alla pulizia, bisogna togliere ogni traccia di sabbia, si devono spurgare mettendoli in un recipiente di acqua salata e lasciarli in ammollo per almeno tre ore e poi risciacquarli più volte. I cannolicchi sono un’ottima fonte di sali minerali, sono ricchi di proteine e poveri di grassi, quindi molto consigliati nelle diete.

Cannolicchi alla piastra – Ingredienti per 4 persone

  • 500 g di cannolicchi
  • prezzemolo
  • aglio
  • olio evo
  • sale e pepe (facoltativi)

Cannolicchi alla piastra – Procedimento

La prima fase della preparazione dei cannolicchi alla piastra, è lo spurgo, quindi si mettono in un recipiente di acqua salata e si lasciano in ammollo per almeno tre ore. Trascorse le tre ore (sul fondo del recipiente si depositerà la sabbia tralasciata), si risciaquano più volte sotto l’acqua corrente per togliere gli ultimi residui di sabbia. Questa è un passaggio da non sottovalutare, perchè la presenza di sabbia, oltre al fastidio al palato, potrebbe provocare problemi digestivi.

Una volta sciacquati bene, si mettono su una piastra di ghisa rovente, aperti, con i tessuti molli verso il basso affinché si cuociono, non devono cuocere più di 2 minuti, altrimenti si induriranno. Si prepara un pinzimonio con aglio, prezzemolo e un filo d’olio Evo, si cosparge sui cannolicchi un pò di sale se necessario e un pò di pepe se è di vostro gradimento. Provateci, questo è il modo più tradizionale di cucinare e mangiare i cannolicchi, la ricetta e semplice da fare, ma il risultato è delizioso.

Se ti è piaciuta la ricetta, vieni a trovarci sulla pagina Facebook e clicca mi piace, così diventerai nostro fan e potrai seguire tutti gli aggiornamenti! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.