Bucatini ammollicati

Bucatini ammollicati

Tra le tante ricette contadine del territorio salernitano spicca una per eccellenza ed è i bucatini ammollicati una ricetta povera proveniente dall’entroterra salernitano, Bellosguardo. Bellosguardo, è un caratteristico borgo del comune di Salerno che si innalza su un’area montuosa del Cilento, all’interno del Parco nazionale del Cilento e del Vallo di Diano.  Sulle origini di Bellosguardo non si conosce molto, l’origine del nome è formato dall’unione di “bello” è “sguardo”, chiamato così per il fantastico panorama che si può ammirare dalla collina del paese.

Bellosguardo è conosciuta soprattutto per i suoi prodotti tipici, come l’olio extravergine DOP “Colline Salernitane” il vino Barbera, importato molti decenni fa e ancora invecchiato nel rovere, e il lambiccato, un vino dolce ottenuto da cloni locali di uve moscato. Ritornando alla ricetta, e semplice e mette in risalto i prodotti e le tradizioni di questo borgo. Come dicevo facile da preparare con ingredienti semplici, oltre ai bucatini infatti, ci vogliono acciughe sotto sale, pangrattato, olio extra vergine d’oliva, sale e pepe.

Bucatini ammollicati – Ingredienti per 4 persone

  • 350 g di bucatini
  • 100 g di pangrattato
  • 3-4 cucchiai extravergine d’oliva
  • 4 acciughe
  • sale e pepe q. b.

Bucatini ammollicati – Preparazione

Si dissalano e si diliscano le acciughe, si sciacquano e si e si mettono in una padella con l’olio extra vergine d’oliva si fanno sciogliere e si stemperano con l’aiuto dei rebbi di una forchetta. Una volta sciolte, si aggiunge il pangrattato si mescola e si amalgama il tutto. Si lessano i bucatini in abbondante acqua, e al bollore, si calano. Si fanno cuocere per il tempo che è scritto sulla confezione e si scolano al dente per unirli alla pentola con alici e pangrattato. Si amalgama il tutto con un mestolo dell’acqua di cottura, e si completa con una macinata di pepe fresco. I vostri bucatini ammollicati sono pronti non c’è altro da fare che provare questa vera delizia.

Bucatini ammollicati – Variante e Consigli: Riguardo all’olio extravergine, qualsiasi olio va bene l’importante è che sia olio di qualità. Per quanto riguarda il pangrattato, una volta si usava tostare, e rendere dorata e croccante la mollica di pane raffermo, quindi se preferite così forse è ancora meglio, più consistente e più croccante.

Se ti è piaciuta la ricetta, vieni a trovarci sulla pagina Facebook e clicca mi piace, così diventerai nostro fan e potrai seguire tutti gli aggiornamenti! 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *