Site Overlay

Arte e pesce: dietro le quinte del Fishscape di Warner

Le cose più belle della vita o sono immorali, o sono illegali, oppure fanno ingrassare. G. B. Shaw

Foodscapes_fishscape_warner

Chi l’ha detto che il pesce deve essere relegato alle padelle della nostra cucina? Il Fishscape di Warner dimostra che con la buona volontà si può fare qualunque cosa anche usare il pesce come opera d’arte.

Questa immagine gli è stata commissionata da Klirr ProximityKlirr per la Findus e rientra nella famosa e sorprendente serie di scatti chiamata “FoodScapes“, in cui paesaggi surreali vengono creati in uno studio fotografico con l’impiego di diversi cibi.

Nel Fishscape di Warner l’intento è stato quello di ricreare lo scorcio di un villaggio di pescatori situati al largo della costa svedese, a base di pesce fresco e frutti di mare sostenibili. Per la prima volta Carl Warner si è trovato, però, di fronte ad un alimento facilmente deteriorabile e quindi è stato necessario tenere refrigerato lo studio e completare il lavoro  in un solo giorno.

Tra i pesci utilizzati nel Fishscape di Warner è risultato particolarmente emozionante per l’artista l’uso di filetti salmone per la realizzazione delle scie delle barche da pesca che, sistemati bene e con cura, hanno dato vita ad un risultato perfetto!

Clicca qui per visitare il sito di Carl Warner ed ammirare tutte gli altri suoi Foodscapes.  Da leccarsi… gli occhi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.